Utilizziamo cookie nostri e di terze parti per migliorare i servizi e analizzare le tue preferenze. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni e modificare le impostazioni visita la pagina dedicata ai Cookie
Usando lagiocata.matchpoint.it accetti che Sisal ed i suoi partner utilizzino i cookies per fini di personalizzazione ed altre finalità
Fine delle vacanze: Napoli

Calcio Italiano

Fine delle vacanze: Napoli

Continua la serie di articoli dedicati alle principali squadre della Serie A nei giorni in cui si ritrovano per preparare la nuova stagione. Acquisti, cessioni, obiettivi, come giocheranno: dopo esserci occupati del Milan, è il turno del Napoli.

 

Il preliminare di Champions League è inevitabilmente il buco nero che inghiotte tutte le attenzioni del Napoli nel tradizionale ritiro a Dimaro. Maurizio Sarri, a quanto pare, ha passato le vacanze a studiare le possibili avversarie, con un occhio in particolare al CSKA Mosca, che inizia il campionato a metà luglio e arriverebbe allo spareggio – prima però deve passare il terzo turno preliminare – con un mese di partite nelle gambe, un vantaggio che preoccupa il tecnico toscano.

La campagna acquisti ha finora aggiunto alla rosa soltanto Adam Ounas, ala mancina di 20 anni prelevata dal Bordeaux. Ounas va ad allargare la batteria di esterni offensivi a disposizione di Sarri, un’alternativa con caratteristiche uniche (è un mancino a cui piace entrare dentro il campo partendo da destra) che andrà plasmata secondo i dettami del gioco di posizione napoletano prima di entrare nelle rotazioni con Callejón e Insigne. La consacrazione di Dries Mertens come falso nove, oltre ad aver tolto minuti a Milik e Pavoletti (probabile la cessione: era vicino alla Fiorentina, che però alla fine ha scelto di puntare su Gio Simeone), ha ridotto le scelte di Sarri per il ruolo di esterno d’attacco, che probabilmente verranno arricchite anche da Álex Berenguer. Lo spagnolo è seguito da tempo dal Napoli: ha 22 anni, gioca nell’Osasuna ed è in grado di disimpegnarsi praticamente in tutti i ruoli di fascia, sia a destra che a sinistra. Una duttilità che certamente farebbe comodo a Sarri.

Per iniziare a conoscere Berenguer.

Anche in difesa gli obiettivi sono concentrati sulle fasce, in particolare quella sinistra: Ghoulam non ha ancora rinnovato, Strinic vuole giocare con continuità e dopo aver rifiutato il rinnovo potrebbe partire. Sarri accoglierebbe volentieri Mário Rui, che ha fallito il salto di qualità con la maglia della Roma (ma si è rotto il crociato prima ancora di iniziare la stagione), ma conosce bene i princìpi di gioco di Sarri e non dovrebbe avere problemi di inserimento nel contesto tattico napoletano. Il dubbio più grande è comunque legato a Pepe Reina, che il presidente De Laurentiis continua a stuzzicare e sembra vivere male l’incertezza legata al suo rinnovo di contratto, in scadenza tra un anno. Anche in questo caso, nella ricerca di un sostituto avrebbe un peso specifico notevole il modello di gioco di Sarri, che affida al portiere un ruolo importante nella costruzione della manovra. Lo ha sottolineato lo stesso allenatore in un’intervista al Corriere dello Sport alla vigilia della finale di Champions: «Pepe può anche avere fatto qualche errore, però i piedi che ha lui non li ha nessun altro portiere al mondo».

Difenderà ancora la porta del Napoli?

La coerenza tecnica e tattica resta il principale punto di forza del Napoli. Sarri non impiegherà molto tempo a ritrovare i riferimenti che hanno permesso agli azzurri di giocare le due migliori stagioni nella storia recente del Napoli: un vantaggio in vista del preliminare, obiettivo da non fallire per tanti motivi. Il tecnico toscano non potrà comunque sedersi sul gioco spettacolare mostrato negli ultimi due anni: migliorare senza modificare gli equilibri è molto complicato, ma è un passo necessario per coronare il suo ciclo con la vittoria di un titolo.

Redazione

I ragazzi e le ragazze che pensano, scrivono e pubblicano gli articoli che trovate su questo sito.

Commenti