Utilizziamo cookie nostri e di terze parti per migliorare i servizi e analizzare le tue preferenze. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni e modificare le impostazioni visita la pagina dedicata ai Cookie
Usando lagiocata.matchpoint.it accetti che Sisal ed i suoi partner utilizzino i cookies per fini di personalizzazione ed altre finalità
Fine delle vacanze: Juventus

Calcio Italiano

Fine delle vacanze: Juventus

Continua la serie di articoli dedicati alle principali squadre della Serie A nei giorni in cui si ritrovano per preparare la nuova stagione: acquisti, cessioni, obiettivi, come giocheranno. La quinta puntata è dedicata alla Juventus, qui invece potete trovare quelle precedenti sul Milan, il Napoli, l’Inter e la Roma.

 

Sull’alto del piedistallo costruito negli ultimi sei anni, coincisi con altrettanti scudetti, la Juventus sta affrontando con tranquillità le prime settimane di calciomercato, se si esclude la rescissione di Dani Alves. La dirigenza bianconera ha finora completato solo l’acquisto di Patrik Schick, non ancora ufficiale anche se l’attaccante ha già sostenuto le visite mediche. Gli unici inserimenti nella rosa sono stati così i giocatori di rientro dai prestiti, e tra loro andranno tenuti d’occhio soprattutto Riccardo Orsolini e Rodrigo Bentancur.

Entrambi classe ’97, entrambi protagonisti al recente Mondiale Under-20, che li ha visti affrontarsi per due volte, durante la fase a gironi e nella finale per il terzo posto, hanno iniziato il ritiro in attesa di capire se verranno confermati o andranno ad accumulare minuti ed esperienza in qualche altra squadra. Orsolini è stato tra i migliori esterni d’attacco nell’ultima Serie B (8 gol e 4 assist): mancino, veloce e potente, ha un ottimo controllo di palla e salta l’uomo con grande facilità. Durante il Mondiale Under-20 ha affinato i propri movimenti senza palla e con 5 gol è stato il capocannoniere del torneo. Bentancur invece è un centrocampista di qualità cresciuto nel Boca Juniors che per definire il proprio ruolo utilizza come metro di paragone due simboli della storia recente degli “xeneizes”: «Sono più un Gago che un Riquelme». Cioè: un centrocampista più che un trequartista, nonostante il notevole tocco di palla.

La partita di Bentancur contro l’Italia Under-20 nella fase a gironi del Mondiale.

Il destino di Orsolini e Bentancur è strettamente intrecciato al mercato in entrata juventino. Marotta e Paratici stanno infatti provando a rinforzare proprio le zone di campo occupate dai due giovani: Bernardeschi e Douglas Costa, entrambi esterni d’attacco mancini, assottiglierebbero di molto le possibilità di Orsolini, così come il probabile arrivo di un centrocampista – tra i nomi più ricorrenti Emre Can, Matuidi e N’Zonzi – toglierebbe spazio a Bentancur.

Bernardeschi e Douglas Costa cambierebbero in maniera significativa gli equilibri offensivi della Juventus: partendo da destra entrambi dovrebbero aggiustare le proprie posizioni per non calpestare le stesse zone di campo in cui è solito muoversi Dybala; spostati a sinistra farebbero invece uscire di squadra Mario Mandzukic, grimaldello tattico fondamentale dopo il passaggio al 4-2-3-1.

Ovviamente su YouTube sono già usciti i primi video in coppia.

Il loro acquisto potrebbe davvero spingere Massimiliano Allegri a cambiare il modello di gioco della Juve. L’impressione è che i bianconeri si stiano concentrando su giocatori di grande spessore fisico, oltre che tecnico, per rinforzare la squadra: Can e N’Zonzi sono due colossi, l’elasticità di Matuidi e Douglas Costa è fuori dal comune, Bernardeschi ha un mix di qualità più equilibrato, ma combina forza e velocità in un modo che lo rende quasi imprendibile in campo aperto.

Migliorare una rosa che è andata a un passo dal triplete non sarà facile – la scelta più delicata è probabilmente quella del sostituto di Dani Alves, tra i più determinanti nel finale della scorsa stagione –, ma la Juve ha dalla sua la solidità economica e la tranquillità generata dalla posizione di dominio costruita in questi anni per pianificare con calma le proprie mosse e inserire i giocatori adatti a raggiungere l’obiettivo sfumato solo in finale di Champions League poco più di un mese fa.

Redazione

I ragazzi e le ragazze che pensano, scrivono e pubblicano gli articoli che trovate su questo sito.

Commenti