Utilizziamo cookie nostri e di terze parti per migliorare i servizi e analizzare le tue preferenze. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni e modificare le impostazioni visita la pagina dedicata ai Cookie
Usando lagiocata.matchpoint.it accetti che Sisal ed i suoi partner utilizzino i cookies per fini di personalizzazione ed altre finalità
Saldi d’estate

Calcio internazionale

Saldi d’estate

Per le società che non hanno molti soldi da spendere quello degli svincolati è un ottimo mercato cui attingere per completare la squadra. Quest’anno, poi, è particolarmente ricco di talento e occasioni, che ho diviso per categorie.

I più ambiti

L’addio del Manchester City a Jesús Navas.

Nonostante il gioco si stia evolvendo in direzione contraria, sono molte le squadre a cui farebbe comodo una delle ultime ali vecchio stampo, Jesús Navas. Il Siviglia avrebbe voluto riportarlo a casa, lui pare aver rifiutato e allora si è intromesso proprio l’ex d. s. del club andaluso, Monchi, che lo accoglierebbe volentieri a Roma. Rachid Ghezzal, al contrario, incarna piuttosto bene le caratteristiche dell’ala a piede invertito: mancino che preferisce partire da destra, ha 25 anni e la parte migliore della carriera davanti a lui. Lo seguono molte squadre, tra cui il Milan. Eric Choupo-Moting può invece giocare sulle fasce o da centravanti: è nel pieno della maturità calcistica (28 anni) e nel suo curriculum ha 43 presenze con la Nazionale camerunese e oltre 200 in Bundesliga. In Italia il profilo migliore davanti alla difesa è senza dubbio Davide Di Gennaro, che cambierebbe il centrocampo di diverse squadre di media-bassa classifica.

Gli attaccanti over-35

Ibra è ancora in discreta forma…

Da Zlatan Ibrahimovic in giù, tra i giocatori rimasti senza contratto c’è un gruppo di grandi attaccanti ormai a fine carriera in cerca di un’ultima occasione per esibire il loro talento. Il primo è ovviamente Ibra, che sta recuperando dal grave infortunio al ginocchio. L’unica, grande controindicazione che può frenare chi sta pensando di offrirgli un contratto: ma c’è davvero qualcuno che non sia disposto a concedergli un’opportunità? Claudio Pizarro ha lasciato il Werder Brema e tra qualche mese spegnerà 39 candeline. Nell’ultima stagione ha segnato appena un gol in Bundesliga, ma in quella precedente era stato capace di timbrare 14 volte in 28 presenze. Ha già annunciato di voler giocare per un altro anno: chiunque abbia bisogno di un attaccante che si muove in area di rigore come nel proprio salotto di casa da far entrare negli ultimi minuti si faccia avanti.

Cerca squadra da un anno anche Dimitar Berbatov, il cui tocco di palla gli permetterebbe ancora di fare la differenza da fermo, se volesse. Ma è pronto a mettersi di nuovo in gioco e ad affrontare le fatiche di allenamenti e partite? Non ci sono dubbi invece sulla voglia di Rodrigo Palacio, seguito da tante squadre in Serie A e desideroso di ritagliarsi spazi importanti dopo le panchine dell’ultimo anno all’Inter.

Quelli fisicamente inaffidabili

Quando Cáceres sembrava un obiettivo di Milan e Inter.

Sono diversi i giocatori che potrebbero rientrare in questa categoria, nessuno però può raggiungere i livelli di Holger Badstuber e Martín Cáceres. Badstuber ha giocato la seconda metà della scorsa stagione in prestito allo Schalke 04, collezionando 12 presenze. Tutto sommato un buon bottino per un giocatore così incline agli infortuni, che nelle ultime 4 stagioni al Bayern ha messo insieme appena 28 presenze. Dovesse riuscire a mantenere questa continuità, la squadra che lo metterà sotto contratto dovrebbe ritenersi soddisfatta. Cáceres ha invece giocato appena una partita col Southampton, che lo aveva inserito in squadra a febbraio. La sua avventura con i “Saints” è finita dopo appena 3 mesi. È stato associato a diverse squadre, ma non sarà facile convincerle a puntare ancora su di lui.

Redazione

I ragazzi e le ragazze che pensano, scrivono e pubblicano gli articoli che trovate su questo sito.

Commenti